Proprietà dei tubi PFA dalle resine PFA


Proprietà dei tubi PFA dalle resine PFA


Combinando il meglio di PTFE e FEP, PFA è stato sviluppato alla fine degli anni '60 in risposta alla necessità di una resina con temperature chimiche e di utilizzo più vicine al PTFE, ma una resina che conservasse la processabilità a fusione convenzionale della FEP.

Anche se leggermente più costosi, i tubi PFA portano una serie di miglioramenti rispetto ad altri tipi di tubi in fluoropolimero. Il modificatore utilizzato nelle resine PFA produce la stessa temperatura massima di utilizzo e inerzia chimica del PTFE (500 F). I tubi PFA hanno anche pressioni di esercizio più elevate rispetto a FEP e PTFE.

E a differenza della FEP, la chimica PFA si presta a bassissime emissioni di gas, risultando in un'elevata purezza adatta per applicazioni farmaceutiche, di laboratorio e di campionamento; i gradi di purezza ultra-elevata sono adatti per le applicazioni dei semiconduttori. In ambienti industriali molto aggressivi, come l'acido fluoridrico e nitrico a 250 F, è preferibile utilizzare tubi PFA che hanno dimostrato di fornire una lunga durata.