Tubazione in fluoropolimero (formulazioni PTFE, FEP e PFA)

Tubazione in fluoropolimero

Formulazioni PTFE, FEP e PFA

1. chimicamente inerte; bassa permeabilità

2. Coefficiente di attrito più basso di qualsiasi materiale solido

3. Ottime proprietà elettriche e agli agenti atmosferici; non infiammabile

4. Realizzato senza plastificante che può filtrare in correnti critiche

5. Gradi di purezza ultraelevata disponibili per l'industria dei semiconduttori



Qual è la differenza?

Il PTFE (politetrafluoroetilene), un polimero a base di fluorocarburo, è una resina fornita in forma polverizzata, che viene miscelata, preformata ed estrusa in apaste, e infine in tubi. I tubi in PTFE possono essere utilizzati in un'ampia varietà di applicazioni a causa della sua elevata resistenza chimica, capacità di alte e basse temperature, resistenza agli agenti atmosferici, isolamento elettrico e termico e coefficiente di attrito più basso di qualsiasi materiale solido.

Il tubo è di colore bianco traslucido.

La resina FEP (etilen propilene fluorurato) viene pellettizzata per il suo processo di fusione a caldo-meltex. I tubi FEP sono noti per le sue proprietà di permeabilità al gas e al vapore e agli eccellenti valori di trasmissione UV. Mentre sono molto simili nella composizione al PTFE, ci sono alcune differenze notevoli. La FEP ha una minore temperatura di restringimento del calore ed è più chiara e più flessibile del PTFE.

La resina PFA (Perfluoroalcossi), come la FEP, appartiene a una classe di fluoroplasti lavorabili allo stato fuso. I tubi PFA sono noti anche per le sue proprietà di permeabilità del gas e del vapore e per le eccellenti valutazioni di trasmissione UV. È simile nella composizione al FEP, ma ha una migliore resistenza al calore e una superficie più liscia. Anche questo è più chiaro e flessibile del PTFE.